Home | News

x-celebrazioni-novembre

Orario Celebrazioni

Indulgenze plenarie per i fedeli defunti prorogate per tutto novembre
con adeguamento delle opere e delle condizioni

Lo prevede un decreto della Penitenzieria Apostolica, in risposta alle richieste di sacerdoti e vescovi per andare incontro alle necessità dei fedeli in quest’anno particolare.
Nel decreto   le indicazioni anche per anziani, malati e per tutti coloro che non possono uscire di casa:
Decreto della Penitenzieria Apostolica (Italiano)

Padre Gianni, Parroco di Santa Caterina, sal ricorda vivamente che:

ogni primo giovedì del mese, alle ore 20.30 tutte le comunità sono invitate dall’Arcivescovo Lauro a pregare insieme, per riscoprire la comune chiamata battesimale e chiedere il dono di nuove vocazioni di speciale consacrazione.

Con gli occhi di Dio”

Ordine Francescano Secolare (OFS)
crocifisso-san-francesco


Fraternità di S-Caterina

 

XXX  Settimana del Tempo Ordinario – Anno A

Colletta *
O Padre, che fai ogni cosa per amore
e sei la più sicura difesa degli umili e dei poveri,
donaci un cuore libero da tutti gli idoli,
per servire te solo
e amare i fratelli secondo lo Spirito del tuo Figlio,
facendo del suo comandamento nuovo
l’unica legge della vita.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen

* Questa preghiera conclude la prima parte della Messa e prepara il cuore e la mente all’ascolto della parola di Gesù. È chiamata colletta, cioè raccolta. Il sacerdote, infatti, dopo l’invito e una pausa di silenzio, raccoglie le preghiere e i desideri di tutti i fedeli e li presenta a Dio. Questa preghiera ha il compito di precisare i motivi della festa o della celebrazione.

Il nome di questa preghiera (Colletta) spiega la sua origine: nei tempi passati i Cristiani si riunivano volentieri in una chiesa, per recarsi poi in processione ad un’altra dove veniva celebrato il S. Sacrificio.
La prima chiesa era chiamata «chiesa di riunione», in latino «ecclesia collecta»; in essa si recitava, prima di sfilare in processione, una preghiera, detta «collecta» cioè preghiera dei fedeli riuniti.
Più tardi questa preghiera fu recitata nella chiesa nella quale si offriva il Sacrificio, e fu collocata al principio della Messa, conservando lo stesso nome di Colletta.

 sito aggiornato al  27 ottobre 2020
La parrocchia anche su Facebook